Storia del Festival

Il Festival Bandistico Internazionale di Besana in Brianza è un raduno non competitivo di diversi complessi bandistici provenienti da tutto il mondo e che ha luogo con cadenza biennale a Besana in Brianza, una cittadina di 12.000 abitanti, situata a 35 km a nord di Milano.

Viene organizzato dall’ Associazione Musicale Santa Cecilia di Besana in Brianza con lo scopo di riunire gruppi musicali accomunati dallo spirito di amicizia e fratellanza attraverso la comune passione per la musica.

Il Festival Bandistico Internazionale di Besana in Brianza fu ideato nel 1984 grazie all’opera di un gruppo di volontari guidati dall’allora Presidente della Banda Piergiorgio Riva. Lo scopo del Festival era quello di diffondere l’amore per la musica specialmente tra le giovani generazioni, attraverso l’incontro di varie bande provenienti da diverse città. Era un modo per incoraggiare i giovani ad entrare nella banda, attratti dallo spirito di amicizia che era alla base dell’evento.
Nessuno in quel periodo riusciva ad immaginare che questo progetto si sarebbe gradualmente ampliato fino a divenire un evento internazionale che richiama ad ogni edizione centinaia di persone ad assistere ai concerti in programma. Le prime edizioni del festival videro infatti la partecipazione di sole Bande italiane che rimanevano a Besana per due o tre giorni. Successivamente, nel 1985, il primo gruppo estero, la “Beeches Ambassadors Band” di Birmingham (Gran Bretagna) prese parte al festival. Fu il trampolino di lancio per un miglioramento ed un ampliamento della manifestazione. Si trattava infatti di una Marching Band che rappresentava una realtà sconosciuta alla tradizione italiana e che fece sorgere ammirazione e curiosità nel pubblico e incoraggiò gli organizzatori ad estendere il numero dei partecipanti nel corso degli anni. Di conseguenza, non solo bande Italiane ma anche europee giunsero a Besana per mostrare le loro capacità musicali ed elevare la qualità delle esibizioni. La popolarità dell’evento si diffuse in tutta la regione grazie anche al fondamentale aiuto delle autorità civili e soprattutto grazie a tutte le famiglie che diedero ospitalità ai ragazzi stranieri per una settimana.
Il Festival coinvolse sempre più persone che, a diverso titolo, diedero il loro aiuto e sostegno nei vari campi, consentendo di invitare un numero sempre maggiore di Bande.
Nel corso degli anni, il Festival ha offerto la possibilità di apprezzare le abilità ed i suoni di culture di tutto il mondo, ospitando anche gruppi provenienti da paesi dell’Europa dell’Est: era un modo per mostrare la solidarietà e l’amicizia a persone che sembravano così lontane da noi.
Altri eventi mondiali quali la Guerra del Golfo sembravano affievolire lo spirito del Festival ma grazie alla collaborazione di tutto il paese il progetto prosegue sulla via di incontri con nuove persone sempre con l’immutato spirito di fratellanza che è alla base del Festival sin dalle sue origini.

 

 

The Besana Brianza International Band Festival is a non-competitive gathering of different band groups from all over the world and takes place every two years in Besana in Brianza, a town of 12,000 inhabitants, located 35 km north of Milan.

It is organized by the Associazione Musicale Santa Cecilia di Besana in Brianza with the aim of bringing together musical groups united by the spirit of friendship and brotherhood through their common passion for music.

The Besana Brianza International Band Festival was created in 1984 thanks to the work of a group of volunteers led by the then President Piergiorgio Riva. The purpose of the festival was to spread the love for music, especially among the younger generations, through the meeting of different bands from different cities. It was a way to encourage young people to join the band, attracted by the spirit of friendship that was behind the event.
No one at that time could imagine that this project would be gradually expanded to become an international event that attracts every two years hundreds of people to attend the concerts. The first editions of the festival saw the participation of only Italian bands that remained in Besana for two or three days. Subsequently, in 1985, the first foreign group, the “Beeches Ambassadors Band” Birmingham (Great Britain) took part in the festival. It was a springboard to an improvement and expansion of the event. It was in fact a marching band which was an unknown entity to the Italian tradition, and that gave rise to admiration and curiosity in the public and encouraged the organizers to extend the number of participants over the years. As a result, not only Italian but also European bands came in Besana to show their musical skills and improve the quality of the performances. The popularity of the event spread throughout the region thanks to the fundamental support of civil authorities and especially thanks to all the families that gave hospitality to foreign musicians for a week.

The festival involved more and more people who, for various reasons, gave their help and support in the various fields, allowing to invite a growing number of bands.
Over the years, the festival has offered the opportunity to appreciate the skill and the sounds of cultures around the world and also to host groups from Eastern European countries, a way to show solidarity and friendship to people who seemed so far away from us.
Other world events such as the Gulf War seemed to weaken the spirit of the Festival, but thanks to the collaboration of all the city the project continues on his way always with the continued spirit of brotherhood which is the basis of the Festival since its inception.